Carrello
Account
Registration

Tende, costruzioni e numeri di magia: come rendere la tua cerimonia a misura di bambino

Matrimoni, cresime, anniversari: le cerimonie non sono certo l’evento più esaltante agli occhi di un bambino. Tra flûte di champagne e ballate romantiche, il rischio noia e capricci per lui è sempre dietro l’angolo.

Come fare per renderlodavvero partecipe senza correre il rischio di rovinarsi la festa? Ecco qualche consiglio ispirato dalle ultime tendenze.


Allestire un’area kids only


Se il matrimonio è all’aperto – e vi siete adoperati in una preventiva danza della pioggia – potrete montare una tenda; se invece è al chiuso non vi sarà difficile ricreare lo stesso habitat in una semplice sala. D’obbligo, in entrambi i casi, l’affissione del cartello: “Adulti solo se accompagnati (da bambini )”. Trasformate l’area in un piccolo Neverland dove i più piccoli potranno rifugiarsi per la durata del ricevimento: lanterne di cartapesta e bandierine colorate, morbidi pouf sparpagliati a terra e un trespolo su cui svetteranno cupcake e un vassoio di biscotti con l’invito glassato “try me” – possibile alternativa ai noiosi confetti.


Riguardo alle bomboniere il consiglio è di virare su iniziative solidali: quelle di Save The Children si ordinano comodamente da casa e si possono personalizzare a piacere. Un ottimo modo di dare ulteriore significato a un ricordo già importante. Fra i giochi a disposizione nella kids area, immancabili una cesta di giocattoli da assemblare, coloring books rigorosamente a tema e gli intramontabili giochi da tavola. Garanzia di successo anche il photoshoot corner, provvisto di polaroid e tutto il kit per il selfie ricordo di gruppo. I bambini adoreranno scambiarsi coroncine di cartone, foulard piumati e baffi finti!

Tanti giochi durante tutto il ricevimento


Conoscete il giochino inglese “I spy”? Le regole sono semplicissime: i giocatori hanno il compito d’indovinare cosa sta osservando uno di loro, la “spia” del gruppo, che può fornire un solo indizio. Nella versione nuziale si gioca così: gli invitati – in questo caso i bambini – troveranno sul loro tavolo un elenco di oggetti o azioni da immortalare. Classici esempi? Lo sposo che guarda la sposa da lontano, il fatidico taglio della torta, il migliore e peggiore ballerino in pista, il vestito più bello. Vince il team col dito più veloce a far click! Le foto verranno caricate su Wedshoots, un’app dove gli sposi potranno rivivere il loro giorno speciale attraverso gli occhi degli invitati, così da rendere tutti realmente, intimamente partecipi dell’evento.


Assumere un animatore professionista


Nel caso in cui il gruppo dei bambini sia particolarmente nutrito – o vivace – da farvi temere un’insurrezione a cavallo fra gli antipasti e la prima portata, il suggerimento è di sfoderare l’artiglieria pesante e assoldare un pezzo da novanta. L’entertainer, leggendaria figura salvifica, in grado di risparmiare ai genitori l’assunzione di pastiglie contro l’emicrania assieme al brindisi finale. Che coinvolga i figli nei tradizionali giochi da cortile o che si prodighi in numeri di magia e giocoleria, il “vissero felici e contenti” degli sposi è assicurato!

Top